Ripartenza

Ormai ci siamo, l’Italia sta ripartendo. Un po’ all’italiana forse con regole un po’ confuse, sempre con un pizzico di anarchia ma ci siamo. Prima le aziende, poi i negozi, più tardi bar, ristoranti e parrucchieri.

Speriamo di esserci lasciati alle spalle definitivamente almeno la fase di emergenza che ha portato troppi lutti e che ci ha tolto parecchia libertà. Abbiamo avuto modo di riflette sulle cose importanti, sulle priorità delle nostre vite. Questo vale per le singole persone ma vale ovviamente anche per la società nel suo complesso. Si dice ad esempio “mai più trascurare la sanità, l’ambiente, il territorio”.

L’augurio che tutti ci facciamo è di riuscire a convivere nei prossimi mesi, senza troppi ulteriori danni con questo terribile virus.

Ci ripromettiamo di non dover affrontare un’altra pandemia per vedere l’ambiente pulito, l’aria tersa, le acque trasparenti di questi giorni e cercheremo di lasciare a figli e nipoti un ambiente più sano di come era due mesi fa..

É certo ora il momento fare quel salto di qualità che molti di noi aspettano da parecchio.

Siamo tutti convinti che il nostro è un grande paese che ha le risorse e le capacità per vincere la difficile sfida economica che inevitabilmente avremo davanti. Abbiamo la consapevolezza però che parecchie cose dovranno cambiare: ci aspettiamo tutti una burocrazia più snella ed in generale tutte quelle cose, anche cose semplici che ci tolgano un po’ di stress e di ansia. Che si riparta infine con più efficienza, regalandoci un po’ più di tempo per noi sperando di riuscire a lavorare senza doversi sentire in una perenne guerra col mondo, con la concorrenza, con il vicino ecc.

Forse si allenterà questa frenesia negli spostamenti, questo “correre per correre” a volte fine a se stesso.

Per quanto riguarda il nostro settore, si dice che la bicicletta sarà un valido mezzo di trasporto alternativo alle auto e all’assembramento nei mezzi pubblici.

Finalmente! Forse è la volta buona, la bicicletta ed in particolare la bicicletta elettrica potrà diventare un efficiente mezzo di trasporto così come è ormai lo è in quasi tutti i paesi europei.

Insomma se l’Italia è pronta, se tu sei pronto, noi ci siamo, anche noi siamo pronti.

Se hai bisogno di noi, siamo aperti.

Ti aspettiamo con le nostre offerte sempre più interessanti, un assortimento importante e sopratutto una competenza ed una esperienza sulle bici elettriche iniziata più di vent’anni fa.

Valerio Torello

Ormai ci siamo, l’Italia sta ripartendo. Un po’ all’italiana forse con regole un po’ confuse, sempre con un pizzico di anarchia ma ci siamo… Leggi di più